Visualizzazione di tutti i 2 risultati

  • Cuoco Professionale

     3.250,00

    Costo del corso: 3.250€

    Il Corso DI “Cuoco Professionale” consente all’ allievo di intraprendere una formazione teorico-pratico nel settore culinario, mediante lo studio e l’analisi delle materie prime, l’utilizzo nelle preparazioni delle adeguate attrezzature di cucina e la conoscenza della cultura gastronomica con l’ausilio di professionisti del settore.

    Il percorso prevede lo studio, attraverso analisi merceologica e tecniche di cucine delle varie categorie, quali:

    • Vegetali
    • Cereali
    • Pasta secca e fresca
    • Riso
    • Carne bovina, suina, ovicola e selvaggina
    • Pesce, molluschi, crostacei, bivalvi

    Completerà il percorso di studio l’approfondimento di nozioni di pasticceria di base, panificazione e finger food; il tutto attraverso le tecniche di cucina tradizionali, contemporanee e innovative.

    Il corso è a numero chiuso per consentire ai docenti di seguire gli allievi in modo adeguato.

    Al termine del percorso gli allievi saranno chiamati a sostenere un esame scritto e pratico e saranno valutati da una commissione interna.

    Gli allievi avranno a loro disposizione una struttura con attrezzature all’avanguardia, postazioni individuali di lavoro, dotate di linea caldo/freddo al fine di gestire in autonomia le diverse fasi operative giornaliere.

    Attestati rilasciati

    L’Ateneo al superamento dell’esame finale rilascia i seguenti attestati:

    • Attestato HACCP – analisi dei pericoli e punti di controllo critici (DGR Lazio 825/09 e Reg. CE 852/04)
    • Attestato di valutazione Coquis

     

    La quota comprende:

    • Lezioni pratiche
    • Utilizzo attrezzature
    • Utilizzo armadietto per tutta la durata del corso
    • Dispense
    • Divisa completa (giacca, pantalone, cappello, grembiule, torcione)

     

     

  • CUOCO PROFESSIONALE – Qualifica Regionale Aiuto Cuoco

     6.500,00

    Il corso, a cura della scuola di cucina A tavola con lo chef, prevede lezioni teorico–pratiche e uno stage curriculare per formare operatori della ristorazione specializzati, in grado di inserirsi nel mondo del lavoro in breve tempo. Il corso è strutturato affinché ogni allievo sappia valorizzare i prodotti, dando vita a piatti più o meno complessi.

    Lo stage conclude la formazione ed è svolto in strutture selezionate dalla scuola, supportato dalla presenza di un tutor.

     

    I moduli formativi del corso sono:

    1.- Salute e sicurezza in ambiente di lavoro: 10 ore di formazione obbligatoria con rilascio dell’attestato secondo la normativa D. Lgs 81/08
    2.- Igiene degli alimenti e procedure HACCP: 20 ore di formazione obbligatoria con rilascio dell’attestato di Responsabile del Piano di Autocontrollo HACCP secondo la normativa europea (Reg. CE 852/04) e regionale (DGR Lazio 825/09)
    3.- Merceologia degli alimenti: tutte le informazioni sulle varie categorie merceologiche, per conoscere a fondo la materia prima ed utilizzarla al meglio, esaltandone le caratteristiche nutrizionali
    4.- La contrattualistica del lavoro: disamina dettagliata sulla normativa di settore. Diritti e doveri nel rapporto di lavoro analizzati dal punto di vista dell’ imprenditore e del dipendente.
    5.- Organizzazione del servizio e di una brigata di cucina: focus sull’organizzazione di una brigata di cucina, su come organizzare un servizio, sui ruoli e le competenze di ogni figura professionale
    6.- I coltelli: come riconoscerli ed utilizzarli correttamente.
    7.- Le verdure, i legumi, i cereali, i tuberi: dall’acquisto alla mondatura, dal taglio alla cottura, per esaltarne sapore, valori nutrizionali e presentazione
    8.- Fondi e salse: disamina e concreto utilizzo di tutti i fondi, i roux, i brodi, le salse utilizzati in cucina con attenzione alla loro conservazione e di utilizzo.
    9.- Primi piatti regionali e laziali: preparazione dei più importanti e conosciuti sughi e zuppe laziali, regionali e nazionali partendo dalla storia di ogni ricetta.
    10.- Pasta fresca: studio e preparazione dei vari impasti per la preparazione di tutti i formati di pasta fresca (farcita, timballi, etc…)
    11.- Frittura: conoscenza ed esecuzione dei vari tipi di frittura (con panatura e con pastella) come: alla francese, all’inglese, all’italiana, alla romana, per doratura.
    12.- Carne: disamina completa e dettagliata con annessa preparazione di tutti i tipi di carne (bovina, ovina e caprina, suina, animali da cortile, selvaggina)
    13.- Pesce: studio approfondito di tutti i prodotti ittici e realizzazione di varie ricette tipiche della tradizione italiana
    14. Pasticceria: focus sulla pasticceria da ristorazione, con la preparazione di ricette classiche e moderne: ogni ricetta funge da spunto per trattare le basi della pasticceria per rendere autonomo l’alunno nella creazione di ricette personali
    15. Pane da ristorazione e Pasticceria salata: partendo dalla disamina delle farine, passando per i lieviti e le loro proprietà si preparano prodotti di gastronomia e da buffet oltre a vari tipi di pane da ristorazione
    16.- La tecnologia in cucina: lezioni dedicate alla tecnologia e all’utilizzo delle moderne attrezzature per conservare e cucinare gli alimenti, esaltandone la freschezza e il gusto.
    17.- Principi nutritivi: analisi degli alimenti dal punto di vista nutrizionale, e preparazione di alcune ricette tipiche della tradizione rivisitate in chiave “salutistica”
    18.- Food cost: studio delle singole voci di costo (dirette e indirette) al fine di capire il giusto prezzo per ogni piatto e per ottenere così il congruo margine di guadagno
    19.- Sessioni di verifica: 5 verifiche dedicate ai moduli più rappresentativi (verdure, primi piatti, carne, pesce, pasticceria) per valutare l’apprendimento di ogni alunno.

     

    I docenti del corso sono rinomati e conosciuti professionisti del calibro di: Roy Caceres (chef), Marco Claroni (chef), Paolo Dalicandro (personal chef), Iside De Cesare (chef), Marco De Vita (chef), Antonio Galatà (nutrizionista), Gabriella Genua (HACCP), Andrea Giujusa (HACCP e sicurezza), Alessandro Moretti (F&B manager), Andrea Palmieri (chef), Antonio Sciullo (chef), Daniele Usai (chef), Alessandro Scarinci (consulente del lavoro).

     

    Gli obiettivi del corso sono: formare professionisti di successo che, in brevissimo tempo, raggiungano il loro obiettivo lavorativo; aiutare gli allievi a svolgere consapevolmente e in piena autonomia operativa il proprio ruolo, utilizzando attrezzature e tecniche moderne, nel rispetto delle norme HACCP e sicurezza nei luoghi di lavoro.

     

    Le classi sono a numero chiuso, al fine di garantire a ogni allievo un efficace e sicuro apprendimento.

     

    Per poter accedere al corso il candidato dovrà essere in possesso dei seguenti requisiti:
    – aver compiuto la maggiore età
    – aver assolto l’obbligo scolastico
    – se cittadino straniero, ai precedenti requisiti si aggiungono i seguenti: se comunitario deve conoscere la lingua italiana, se extracomunitario oltre a questo deve anche avere un permesso di soggiorno valido per tutta la durata del corso.
    Il livello di conoscenza della lingua italiana sarà valutato preventivamente attraverso un test e un colloquio.

     

    Al termine del corso e dopo aver superato l’esame finale, l’alunno riceverà:

     

    – attestato di qualifica legalmente riconosciuto (ai sensi della L.R. 23/92 e L. 845/78) a livello regionale, nazionale ed europeo
    – attestato di frequenza al corso della scuola A Tavola con lo Chef
    – attestato come responsabile del piano di Autocontrollo HACCP sostitutivo del libretto sanitario (DGR Lazio 825/09 e Reg. CE 852/04) (frequenza obbligatoria 20 ore)
    – attestato di sicurezza nei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08) (frequenza obbligatoria 10 ore).

     

     

Iscriviti alla Newsletter

Contattaci